Psicologia sociale, dello sviluppo e ricerca educativa

Informazioni

Scuola di dottorato in Scienze Psicologiche
Corso di dottorato in Psicologia Sociale, dello Sviluppo e Ricerca Educativa
XXXV ciclo, A.A. 2019-2020, cod 26180

 

English version of this page:
language switch on the top or http://dip38.psi.uniroma1.it/en/teaching/course-catalogue/phd-programmes/social-psychology-developmental-psychology-educational-research

Obiettivi formativi

Gli obiettivi formativi del dottorato in Psicologia Sociale dello Sviluppo e Ricerca Educativa sono diversi in funzione dei tre diversi curricula, uno dei quali è tematico, collegate alle tre borse del progetto del "Dipartimento di eccellenza" del Dipartimento di Psicologia dei Processi di Sviluppo e Socializzazione" su "MIGRAZIONI e le DIMENSIONI PSICOSOCIALI DELL'INCLUSIONE" finanziate per quattro cicli a partire dal XXXV ciclo.
Il Dottorato si propone i seguenti obiettivi formativi, in relazione agli specifici curricula che lo compongono come qui di seguito dettagliato:

A ) CURRICULUM IN PSICOLOGIA SOCIALE 

Il curriculo è finalizzato alla formazione avanzata di ricercatori in grado di operare nell'ambito delle diverse aree tematiche della psicologia sociale, con l’intento di comprendere i processi psicologico sociali di base (processi e contenuti della conoscenza sociale, atteggiamenti e loro cambiamento, relazioni interpersonali, processi di gruppo e influenza sociale, comunicazione sociale, pregiudizio, relazioni intergruppi e
identità sociale), attraverso metodologie di ricerca empirica, principalmente fondate in senso quantitativo e sperimentale, sia di laboratorio che di campo. Questo tenendo anche conto di diversi possibili contesti di riferimento, quali ad es., quello sanitario, politico, economico, interculturale e organizzativo. 
Il Curriculum ha inoltre l'obiettivo di formare ricercatori in grado di operare nei diversi ambiti della Psicologia Ambientale, con l’intento, a) sia di comprendere quei processi psicologici che si instaurano tra le persone e gli ambienti, o luoghi, di vita quotidiana, con specifica attenzione agli aspetti fisici e tecnologici di questi ( percezioni e atteggiamenti ambientali, attaccamento e identità di luogo, soddisfazione e valutazioni ambientali, comportamenti e intenzioni pro-ambientali o ecologici, partecipazione e impegno pro-ambientali,ecc.), b) sia di collaborare con i vari ambiti progettuali e gestionali di tali ambienti, costruiti e ‘naturali’.
Il Curriculum ha inoltre l'obiettivo di formare ricercatori riflessivi in grado di operare nei diversi ambiti della Psicologia culturale e della Psicologia sociale dell’Interazione, che siano in grado di analizzare i fenomeni psicosociali (quali ad esempio la comunicazione, la presa di decisione, la collaborazione, la socializzazione.) come prodotto emergente dell’interazione sociale, discorsiva e materiale fra attori sociali e come prodotto situato all’interno di specifiche comunità di pratiche e sistemi di attività (quali organizzazioni educative, medico-sanitarie, aziende, gruppi di lavoro, gruppi sportivi, famiglie).

A tale scopo si mira a fornire agli studenti:
- Un'avanzata consapevolezza dei diversi paradigmi teorici presenti nel settore della psicologia sociale;
- Una aggiornata conoscenza degli sviluppi più recenti nell'ambito della ricerca sui processi cognitivi (automatici e controllati) e di regolazione
della condotta;
-un’aggiornata conoscenza degli sviluppi più recenti nell’ambito della ricerca sulla comunicazione e sulla organizzazione sociale di funzioni cognitive complesse all’interno di contesti culturali e organizzativi, che permetta anche la collaborazione interdisciplinare con campi quali l’antropologia del linguaggio, la sociologia dell’organizzazioni e l’analisi della conversazione.
- Un sufficiente background di conoscenze ed esperienze, orientate alla capacità di collaborazione multidisciplinare, con i vari campi disciplinari e tecnici tradizionalmente collegati agli interessi di ricerca della psicologia ambientale, quali, da un lato l’architettura, l’ingegneria, l’ urbanistica e dall’altro lato, le varie scienze bio-ecologiche, geografiche e della gestione ambientale 
- Una sicura competenza metodologica, sia in termini di capacità di pianificazione di indagini operativamente coerenti con i paradigmi teorici ed epistemologici adottati, nonché con il contesto nel quale sono realizzate (indagine di laboratorio vs. indagine sul campo), sia di attenzione agli aspetti sia qualitativi che quantitativi.
- una formazione avanzata e rigorosa nelle metodologie di ispirazione etnomedologica quali gli strumenti e tecniche di analisi etnografica e conversazionale.

B) CURRICULUM IN RICERCA EDUCATIVA E PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO 

Il curriculo si propone di assicurare innovative competenze sia nel campo della sperimentazione didattica e delle rilevazioni su grandi campioni sia nel campo della ricerca psicologica in età evolutiva. Per quanto riguarda la ricerca educativa l’obiettivo è quello di realizzare progetti di ricerca originali riguardanti il complesso di riforme che hanno interessato il sistema formativo nazionale, la riforma della scuola (esami di stato, obbligo scolastico, autonomia, IFTS), l'obbligo formativo (formazione professionale e apprendistato), la formazione universitaria degli insegnanti, la riforma dell'università e quella delle politiche attive per il lavoro e con le tematiche trasversali connesse (formazione continua, educazione degli adulti, orientamento). Per quanto riguarda la ricerca nel campo della psicologia dello sviluppo l’obiettivo è la formazione di esperti con una conoscenza avanzata dei metodi e delle tecniche di ricerca in psicologia dello sviluppo capaci di valutare criticamente le più attuali teorie dello sviluppo, in un’ottica life-span; e capaci di pianificare, definire ed elaborare attività di ricerca differenti nello studio dei fattori biologici, sociali e culturali legati allo sviluppo dei bambini e degli adolescenti, con particolare attenzione all’evoluzione delle competenze relazionali ed emotive, dei rapporti familiari e tra pari, dello sviluppo dell’identità e dei fattori di rischio e di protezione. 

C) CURRICULUM IN MIGRATION STUDIES: PSYCHOLOGICAL, SOCIAL AND EDUCATIONAL ISSUES

Il Curriculum "Migration studies: psychological, social and educational issues” fornisce approcci metodologici, sociali e umanistici al tema della migrazione e contribuisce a una maggiore comprensione degli studi dei fenomeni migratori. Il programma di dottorato comprende corsi che esaminano, con un approccio multidimensionale e con metodi quantitativi e qualitativi, aspetti sociali, pedagogici, evolutivi ed educativi dei fenomeni migratori. Il programma triennale offre competenze avanzate nel campo della migrazione internazionale con forti collaborazioni accademiche con altre università.

Collegio del dottorato

il Collegio del dottorato è composto non solo da professori e ricercatori afferenti al dipartimento, ma anche esterni, tutti con una qualificata produzione scientifica.  Il collegio è soggetto a variazioni di composizione nel tempo, a seconda delle disponibilità lavorative e personali. La selezione della produzione scientifica dei membri del collegio è disponibile per il download al fondo della pagine seguenti:

Bando di ammissione

Il bando di ammissione al corso di dottorato viene pubblicato annualmente in Gazzetta Ufficiale da Sapienza Università di Roma: per il bando pubblicato, la domanda di ammissione, la documentazione, le scadenze, etc si veda la voce sul menù a sinistra della pagina del bando di ammissione.

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002