Menu principale [IT] - livello1

Curriculum in Psicologia Sociale

Informazioni

Scuola di dottorato in Scienze Psicologiche
Corso di dottorato in Psicologia Sociale, dello Sviluppo e Ricerca Educativa
Curriculum in Psicologia Sociale
XXXIII ciclo, A.A. 2017-2018, cod. 26180
(XXXII ciclo, A.A. 2016-2017; XXXI ciclo, A.A. 2015-2016; XXX ciclo, A.A. 2014-2015)

Tutor: Antonio Pierro

Curriculum in Psicologia Sociale

Il curriculum è finalizzato alla formazione avanzata di ricercatori in grado di operare nell'ambito delle diverse aree tematiche della psicologia sociale, con l’intento di comprendere i processi psicologico sociali di base (processi e contenuti della conoscenza sociale, atteggiamenti e loro cambiamento, relazioni interpersonali, processi di gruppo e influenza sociale, comunicazione sociale, pregiudizio, relazioni intergruppi e identità sociale), attraverso metodologie di ricerca empirica, principalmente fondate in senso quantitativo e sperimentale, sia di laboratorio che di campo. Questo tenendo anche conto di diversi possibili contesti di riferimento, quali, ad esempio, quello sanitario, politico, economico, interculturale e organizzativo.

Il curriculum ha inoltre l'obiettivo di formare ricercatori in grado di operare nei diversi ambiti della Psicologia Ambientale, con l’intento, (a) sia di comprendere quei processi psicologici che si instaurano tra le persone e gli ambienti, o luoghi, di vita quotidiana, con specifica attenzione agli aspetti fisici e tecnologici di questi (percezioni e atteggiamenti ambientali, attaccamento e identità di luogo, soddisfazione e valutazioni ambientali, comportamenti e intenzioni pro-ambientali o ecologici, partecipazione e impegno pro-ambientali, ecc.), (b) sia di collaborare con i vari ambiti progettuali e gestionali di tali ambienti, costruiti e "naturali".

Sulla base delle diverse competenze e interessi di ricerca presenti nei membri del Collegio il corso si articola nelle seguenti aree di ricerca:

  1. "Ricerca psicologico sociale sui processi di formazione e cambiamento di atteggiamenti ": Comunicazione persuasiva secondo i modelli ad una e due vie; Valutazione delle campagne persuasive; Effetti di framing dei messaggi; Effetti diretti ed indiretti della comunicazione pubblicitaria; Fit regolatorio nella comunicazione persuasiva; Comunicazione politica; Campagne di comunicazione sanitaria e di pubblica utilità;
  2. "Ricerca psicologico sociale sui processi di motivazione e regolazione della condotta": Relazioni fra atteggiamenti e comportamenti (teoria dell'azione ragionata e del comportamento pianificato); Modelli di autoregolazione della condotta; Modelli di decisione; Regolazione delle emozioni; Processi controllati e automatici;
  3. "Ricerca psicologico sociale sui processi di comunicazione, interazione e influenza nei contesti interpersonali e di gruppo": Cognizione sociale come base per l'interazione (formazione di impressioni, attribuzione causale, stereotipi e pregiudizi); Identità personale e sociale; Struttura dei gruppi; Potere e leadership; Produttività di gruppo; Conflitto e negoziazione; Socializzazione nei gruppi; Relazioni intergruppi; Giustizia sociale;
  4. Ricerca psicologico sociale sui temi dell’ambiente fisico-sociale e dei relativi luoghi (domestici, urbani, di cura, di lavoro, ecc.); conoscenze ambientali, atteggiamenti ambientali, valutazioni di qualità ambientale; Comportamenti ecologici”, “attenzione/consapevolezza ambientale”, comportamenti orientati alla sostenibilità: uso e conservazione di risorse naturali (acqua, aria, territorio, biodiversità, energia, ecc.) e di materie/prodotti; riciclaggio dei rifiuti; scelta dei mezzi di trasporto e mobilità sostenibile; turismo sostenibile; Informazione/comunicazione ambientale e processi psicologico-sociali; “Teoria del luogo”, attaccamento di luogo e identità di luogo; Processi di decisione ambientale (nella progettazione architettonico-urbanistica ed ecologico-ambientale) e processi di conoscenza e coinvolgimento degli utilizzatori.

A tale scopo si mira a fornire agli studenti:

  • un'avanzata consapevolezza dei diversi paradigmi teorici presenti nel settore della psicologia sociale;
  • una aggiornata conoscenza degli sviluppi più recenti nell'ambito della ricerca sui processi cognitivi (automatici e controllati) e di regolazione della condotta;
  • un sufficiente background di conoscenze ed esperienze, orientate alla capacità di collaborazione multidisciplinare, con i vari campi disciplinari e tecnici tradizionalmente collegati agli interessi di ricerca della psicologia ambientale, quali, da un lato l’architettura, l’ingegneria, l’ urbanistica e dall’altro lato, le varie scienze bio-ecologiche, geografiche e della gestione ambientale;
  • una sicura competenza metodologica, sia in termini di capacità di pianificazione di indagini operativamente coerenti con i paradigmi teorici ed epistemologici adottati, nonché con il contesto nel quale sono realizzate (indagine di laboratorio vs. indagine sul campo), sia di attenzione agli aspetti sia qualitativi che quantitativi.