Menu principale [IT] - livello1

Aspetti pratici del tirocinio

Quanto dura il tirocinio

Per permettere l’accesso all’Esame di stato e l’iscrizione all’Albo A dell’Ordine degli psicologi il tirocinio deve avere una durata di 12 mesi, per un totale di 1000 ore; può essere svolto presso lo stesso Ente, o presso due Enti diversi, fermo restando il rispetto della differenziazione dei contenuti e delle attività con riferimento alle aree che caratterizzano il progetto di tirocinio. La durata massima prevista è di 12 mesi, fatta eccezione per i soggetti diversamente abili, per i quali questa è di 24 mesi. Il tirocinio deve essere continuativo e ininterrotto, tranne che in situazioni documentate gravi o di maternità: in tal caso la struttura didattica valuta eventuali richieste di sospensione e ripresa delle attività.

Cosa fare alla fine del tirocinio

Alla fine del periodo di tirocinio il tirocinante dovrà dimostrare l’acquisizione delle competenze inizialmente stabilite con il tutor, tramite l’utilizzo di un portfolio in cui sarà registrato il lavoro svolto, valutate le competenze acquisite e identificati i bisogni di sviluppo professionale; in tale occasione l’Università, oltre alle certificazioni formali sullo svolgimento dello stesso, potrà rilasciare, a richiesta del tirocinante e qualora ne sussistano i requisiti, una valutazione delle competenze acquisite ai fini dell’acquisizione della Certificazione Europsy.