Menu principale [IT] - livello1

Centro Universitario per la Ricerca sulla Genesi e lo Sviluppo delle Motivazioni Prosociali e Antisociali

Informazioni

Il Centro Interuniversitario per la Ricerca sulla Genesi e sullo Sviluppo delle Motivazioni Prosociali e Antisociali (CIRMPA) è stato istituito nel 1991 con l'obiettivo di coordinare le attività dei principali studiosi italiani sui temi della genesi e dello sviluppo delle motivazioni prosociali e antisociali e comprende Sapienza Università di Roma, l'Università degli Studi di Firenze, l’Università di Napoli "Federico II", l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, l’Università degli Studi di Padova, l’Università degli Studi di Catania e l'Università' degli Studi di Torino.

In particolare il CIRMPA:

  • Promuove e realizza studi e ricerche sulla genesi e lo sviluppo delle motivazioni prosociali e antisociali , nei pu’ svariati contesti sociali;
  • Promuove e realizza la formazione di ricercatori su temi connessi alla genesi e allo sviluppo delle motivazioni prosociali;
  • Favorisce l’utilizzazione, la consultazione e lo scambio di informazioni, di materiali di studio e di risultati di ricerca tra i ricercatori del settore, anche nel quadro di rapporti con altri Istituti e Dipartimenti universitari, enti di ricerca nazionali e internazionali, pubblici e privati;
  • Promuove la collaborazione tra studiosi afferenti a diversi ambiti disciplinari;
  • Organizza incontri di studio, seminari e convegni a livello nazionale ed internazionale;
  • Svolge attività di documentazione scientifica, ricerca, formazione e valutazione per le Amministrazioni dello Stato, nonché per organismi pubblici, privati ed enti morali, a vario titolo interessati alle problematiche delle condotte prosociali e antisociali, con particolare riferimento alla famiglia, alla scuola, al volontariato e al settore della devianza minorile;
  • Promuove e attua la formazione e l’aggiornamento di studiosi e professioni che svolgono la loro attività in organismi e istituzioni che operano nei settori sopraindicati.