Autoritarismo, dominanza e atteggiamenti antidemocratici

Antonio Aiello
nell’ambito di “Autoritarismo, dogmatismo e dominanza sociale”


Autoritarismo e Dominanza sociale sono costrutti psicologici di snodo della psicologia sociale della politica (Catellani, 2011) e contribuiscono a comporre un articolato quadro della ricerca sociale volta a comprendere temi e problemi riconducibili all’ampio fenomeno all’antidemocrazia (Pratto et al, 2013). Lo studio dell’autoritarismo dei leader e dei seguaci, in una prospettiva che sottolinea la complementarietà della dominanza e della sottomissione autoritaria, è stato sottolineato da De Grada (2006) in uno dei suoi ultimi scritti sull’argomento. Nella comunicazione si riassumeranno alcuni studi condotti sul tema dell’autoritarsimo, in particolare anche con A Areni (cfr. Aiello, Areni, 1998), seguendo l’iniziale formulazione in termini di tratto stabile di personalità per giungere alle più recenti formulazioni in termini di “motivazione cognitiva” (Guimond, 2006).
In particolare ci si soffermerà sulla Dominanza sociale riguardo alle attività progettuali pianificate entro uno specifico Programma di ricerca sviluppato dall’International CDI Group costituitosi dal 2011 presso l’università del Connecticut che coinvolge, attualmente, oltre 20 gruppi nazionali di ricerca (Pratto et al, 2012). Il Gruppo di ricerca ha sviluppato diversi progetti che hanno riguardato anche l’interesse verso il recente fenomeno denominato dell’Arab Uprising. In tal direzione ci si soffermerà sul costrutto denominato di Contro-dominanza sociale (Pratto et al, 2013) ricondotto ad atteggiamenti opposizione vs. integrazione su “miti legittimanti” connessi a specifiche ideologie socio-politiche (Sidanius, Pratto, 1999), per esempio riguardanti l’idea dell’incapacità degli arabi di governare se stessi, giustificando e sostenendo, di rimando, assetti ideologici e sistemi socio-politici orientati in senso antidemocratico.

Nell’insieme, verrà sottolineato come la prospettiva di studi sulla Dominanza sociale faccia emergere specifiche e articolate relazioni di tale sfaccettatura dell’autoritarismo verso temi e costrutti socio-psicologici di snodo, già presenti e suggeriti negli interessi di studio di De Grada (2006), quali, per esempio, il Potere. La discussione s’impegnerà a delineare un quadro di rapporti tra costrutti socio-politici e psicologici particolarmente denso, con ricadute anche sulla rivisitazione critica della stessa teoria della Dominanza sociale (Sidanius, Pratto, 1999).


Download