Migranti: atteggiamenti e processi di integrazione

Ankica Kosic
nell’ambito di “Cultura, diversità, immigrazione”


Il tema dell’immigrazione in Italia sta assumendo una posizione sempre più centrale negli studi e nei dibattiti politici, economici, sociali e culturali. Tuttavia, in Italia, sono ancora pochi gli studi volti ad indagare gli aspetti socio-psicologici di questo fenomeno. Partendo da tali considerazioni, il Dipartimento di Psicologia dei Processi di Sviluppo e Socializzazione ha fatto varie ricerche con l’obiettivo di trovare una risposta ad alcuni interrogativi, importanti sia per la loro rilevanza teorica che per le ricadute applicative. Abbiamo cercato di rispondere alle seguenti domande generali: quali sono i fattori (individuali, relazionali, sociali, familiari) che influenzano l’adattamento socio-culturale ed il benessere psicologico degli immigrati; quali sono i fattori che influenzano la loro scelta del gruppo di riferimento e le interazioni interculturali; quali fattori determinano l’identificazione etnica.
Il percorso d’integrazione è un processo complesso, che dipende da fattori oggettivi (le politiche sull’immigrazione, la possibilità di partecipare nel mercato del lavoro e di trovare una soddisfacente sistemazione abitativa, usufruire dei servizi, regolarizzare la propria posizione), ma anche da fattori soggettivi e individuali, che riguardano, ad esempio, il genere, le caratteristiche di personalità, la qualità delle relazioni sociali, ecc. Infatti, anche in un ipotetico contesto in cui tutti fattori oggettivi fossero riscontrati a livelli soddisfacenti, può verificarsi che gli immigrati non si sentono (e di fatto non siano) integrati. In genere, possiamo parlare di vari tipi di integrazione, ciascuno rappresentabile con i propri indicatori: l’integrazione lavorativa, abitativa, culturale, civica e politica, sociale e psicologica. Alcuni studi del nostro dipartimento si sono focalizzati sugli indicatori rappresentativi dei vari tipi di integrazione, i cui risultati saranno presentati brevemente. Nel nostro Dipartimento si approfondiscono anche i temi della discriminazione intergruppi, del pregiudizio, e della comunicazione interculturale, sui quali saranno presentati i risultati di alcuni studi.


Download